"Gli echi del Decameron in Toscana

Visite guidate per i settecento anni della nascita di Giovanni Boccaccio (1313-2013)

ITINERARIO PRINCIPALE
L’ itinerario principale si snoda fra le piazze e le antiche vie del borgo medievale di Certaldo e ha come fulcro la Casa del Boccaccio e la Chiesa dei SS. Jacopo e Filippo.
Attraverso questo percorso assaporeremo la suggestione senza tempo che solo il “novellare” di uno dei più illustri narratori del mondo, Messer Boccaccio, può far rivivere al visitatore che entra ospite nella sua casa e nella sua chiesa.
I cimeli e i preziosi oggetti, conservati nella casa dello scrittore, offrono l’opportunità di avvicinarsi al mondo di Boccaccio e a quella magica atmosfera medievale che si conserva ancora intatta tra le mura del borgo di Certaldo. La visita si conclude nella chiesa in cui lo stesso Giovanni Boccaccio scelse di essere sepolto e nella quale possiamo ammirare il cenotafio dello scrittore.
Nella cornice di Certaldo Alto, oltre alla visita guidata, è possibile assistere alla rappresentazione di alcune novelle del Decameron: si tratta di uno spettacolo teatrale, molto suggestivo, messo in scena dagli stessi cittadini di Certaldo da richiedere con almeno 7 giorni di anticipo.

ITINERARI ABBINABILI
Alla visita di Certaldo è possibile abbinare la visita guidata di Firenze, Siena, San Gimignano e Pisa.
Il tema della visita è chiaramente Giovanni Boccaccio. Il centro di Firenze con i suoi monumenti, le sue viuzze e piazze svelerà al visitatore un passato tutto medioevale; a Siena, altra perla del Medioevo, sarà possibile vedere il testamento originale del grande Novelliere conservato nel locale Archivio di Stato mentre a Pisa, nell’antico Camposanto Monumentale, il visitatore potrà sostare davanti al grande affresco con il “Trionfo della Morte”dipinto da quel Buonamico Buffalmacco protagonista di alcune delle più celebri novelle del Decameron di cui l’affresco pisano restituisce intatti il clima e l’atmosfera. San Gimignano è  più volte ricordata dal Boccaccio – e dallo stesso Dante –  per la bontà dei suoi vini: qui si produce ancora oggi un vino antico quanto le famose torri della città, la Vernaccia, la cui prima menzione nota risale al 1276.

Coordinamento e organizzazione:
Maria Merlini
Guida Turistica Autorizzata
Firenze - Pisa - Siena
mobile +39 347 1464195
mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web www.guideintoscana.it

 

SOGGIORNI

IN TOSCANA: www.turismo.intoscana.it

A FIRENZE E PROVINCIA: www.firenzeturismo.it

A CERTALDO: www.comune.certaldo.fi.it

Eventi, mostre, spettacoli, musica, arte contemporanea, percorsi enogastronomici e molto altro ancora... Stai connesso!
Nome:
Email:
Accetto il trattamento della privacy

Musei | dalle 9.30-13-30 / 14.30-19.00

  • Museo d'arte sacra

    In un ex convento Agostiniano del 400, accuratamente restaurato ed inaugurato nel 2001, si trova oggi un Museo di Arte Sacra che fa parte di un circuito di centri espositivi della Valdelsa. Le sale espositive sono dedicate alla pittura, alla scultura e ai paramenti sacri.

  • Palazzo Pretorio

    Palazzo Pretorio, il monumento più rappresentativo di Certaldo, era l'antica dimora dei conti Alberti, costruita intorno alla fine del XII secolo sulle rovine delle antiche case di questa famiglia.